Sergei Shutov | Lo studio dei meccanismi di comunicazione

Sergei Shutov, Black sun – moon of Arabian Desert, 2016

Sergei Alekseyevich Shutov nasce nel 1955 e vive e lavora a Mosca. È un artista russo attivo nella pittura, nel disegno, nella scultura, nella fotografia e nelle installazioni audio e video. Dal 1993 lavora come presidente dell’Istituto di Tecnologia dell’arte e dal 1994 è stato il Supervisore pratico di lavoro presso il Laboratorio di Nuovi Media di Arts Moscow.

Continue Reading

Faig Ahmed | L’intreccio e la trasformazione della tradizione

Faig Ahmed, Liquid, 2014

A otto anni Faig Ahmed decise di tagliare il tappeto azero tradizionale di sua nonna. Costretto nella rigidità della convenzione decise che poteva migliorare il disegno. Reinterpretando le tecniche di tessitura secolari dell’ornamento, questo artista si avvale del suo ricco patrimonio culturale per produrre opere che impegnano il passato in modi inaspettati.

Continue Reading

Anselm Kiefer | Religione, rovine e alchimia

Anselm Kiefer, I Sette Palazzi Celesti, 2004-2015

Anselm Kiefer inizia la produzione di tele di grandi dimensioni ispirandosi alla filosofa e alla mitologia tedesca. I suoi interessi per l’alchimia lo portano a inserire nelle sue opere materiali simbolici come piombo, sabbia, paglia e semi. A metà degli anni ’80 visita Gerusalemme dove rimane colpito dalla tradizione mistica ebraica della Cabala.

Continue Reading

Nam June Paik | Buddha nel tubo catodico

Zen For Film

Nam June Paik è stato uno principali animatori di Fluxus. Durante la sua carriera si è spostato con disinvoltura in diversi ambiti di ricerca. Ha studiato musica, si è cimentato nell’arte della performance, fino alla video arte. Il suo lavoro si collega a quello di un gigante della musica, John Cage. L’artista di origini sudcoreane afferma che se non fosse stato per Cage la video arte non sarebbe mai esistita.

Continue Reading