Dal castello alle sale anatomiche

Festival Internazionale delle Luci nel Castello di Brescia 2017

CidneON il festival delle luci in Castello (11-15 febbraio 2017)

Dall’11 al 15 febbraio il Castello della città di Brescia ha ospitato il Festival Internazionale delle Luci, rassegna presente in altre grandi città europee come Eindhoven, Praga, Montreal e Lione. L’edizione 2017 ha chiuso con 150mila visitatori che hanno percorso i sentieri del colle Cidneo per raggiungere le 15 installazioni create ad hoc per l’evento.

È stato deciso di iniziare l’esperienza dedicando una videoproiezione ai Santi Patroni della città, Faustino e Giovita. Si prosegue con rimandi alle origini celtiche del luogo raccontate in un’installazione che ricorda forme e suoni riconducibili ai rituali pagani. Le opere si alternano a performance live e musiche evocative. Il simbolo del percorso è il fuoco. Quello dei falò delle tribù celtiche, il fuoco dello Spirito che anima i santi Patroni che apparvero sulle mura per salvare il Castello e la città nel 1438. Il fuoco dell’assedio di Federico II nel 1238 e del Sacco di Brescia del 1512. Il fuoco delle armi nella resistenza delle Dieci Giornate del 1849 e il fuoco della rivoluzione industriale.

Festival Internazionale delle Luci nel Castello di Brescia
Festival Internazionale delle Luci nel Castello di Brescia

Gare de l’Est, Palazzo Bo, Padova (13 dicembre 2016 – 15 marzo 2017)

A Padova è stata allestita una mostra all’interno del più antico teatro anatomico conservatosi. I luoghi sono quelli di Palazzo Bo e saranno visitabili dal 13 dicembre 2016 al 15 marzo 2017. La decisione di ospitare una mostra all’interno del Teatro Anatomico viene dall’intento di valorizzare e di portare a nuove letture e interpretazioni del Teatro e della Cucina dell’Ateneo patavino. Il progetto segue le mostre realizzate al Teatro Anatomico de Waag di Amsterdam (Gare du Nord) e al Teatro Anatomico dell’Archiginnasio di Bologna (Gare du Sud). Negli spazi in cui venivano preparati i corpi da studiare sono ospitate opere di Alberto Burri, Nicola Samorì e Gustave Joseph Witkowski. È meglio ricordare che si può accedere all’esposizione e a Palazzo Bo solamente recandosi 15 minuti prima della partenza della visita guidata, oppure prenotando la visita per gruppi di almeno 10 persone.

Gare de l’Est, Palazzo Bo, Padova
Ecco il link per maggiori info: 
www.unipd.it